top of page

ICONE DI DESIGN_ Up 5, Gaetano Pesce

Le linee della UP5 richiamano il corpo femminile con le forme sinuose e abbondanti: due grandi seni caratterizzano la parte superiore dello schienale, mentre la parte inferiore richiama le cosce. Spesso proposta in abbinata con il modulo UP6, un poggiapiedi che fa parte della serie che prevede sei diverse tipologie di seduta.



Gaetano Pesce arriva a dar vita all'intera serie di sedute partendo da creazioni artistiche, come da sua abitudine. Anche in questo caso per l'artista italiano il design è solo uno dei tanti mezzi di comunicazione che un uomo può avere, e con esso trasmette emozioni, sensazioni e pensieri spesso legati all'uomo e alla società. Anche i riferimenti preistorici sono evidenti, quasi a richiamare l'uomo alle sue origini più naturali.

Successivamente alla presentazione ufficiale della serie altri spunti di riflessione e ragioni legano le forme estetiche al contesto sociale di quegl'anni: rappresentano scenari molto suggestivi che riprendono le forme armoniche e plastiche delle poltrone, profili puliti e tondeggianti, quasi innaturali e futuristici, con influenze di pop art e optical art, in cui prevale lo stile di transizione fra anni sessanta e settanta.

In un'intervista Gaetano Pesce dichiarava:

«Ricordo che con quella poltrona ho voluto parlare di una condizione umana: la prigionia della donna vittima dei pregiudizi degli uomini, perché vive in condizioni ancora inaccettabili in certi paesi. Era un modo per me di parlare politicamente: non attraverso manifesti o comunicazioni che sono un po' obsoleti, ma farlo con un oggetto industriale che aveva un potenziale nuovo di comunicazione.»


UNA POLTRONA RADICALE

Le forme della UP5 richiamano il corpo femminile con le forme sinuose e abbondanti: due grandi seni caratterizzano la parte superiore dello schienale, mentre la parte inferiore richiama le cosce.

Da un lato quindi una sorta di venere paleolitica ed il richiamo alla donna come simbolo di accoglienza e generatrice di vita, dall'altra però una presa di posizione, quasi una denuncia politica, rappresentata dall'unione del modulo UP6, un poggia piedi, che può essere accostato alla poltrona a ricordare una pesante palla, legata alla donna con una corda a rappresentare la fatica e il peso della vita.


LE CARATTERISTICHE TECNICHE

Le sedute sono realizzate in schiuma di poliuretano flessibile a iniezione e rivestite da un tessuto elastico. Il modello originale veniva confezionato sottovuotoe occupava nell'imballaggio il 90% in meno dell'ingombro.

L'imballaggio consisteva in una scatola piatta di cartone con un rivestimento interno in PVC che manteneva sottovuoto la seduta. Una volta scartata dall'imballaggio la seduta acquistava lentamente la sua forma definitiva grazie all'aria che penetrava all'interno delle celle del poliuretano e ne aumentava il volume. Per i modelli più grandi, come la UP5, il processo durava circa un'ora.

La nuova versione della Serie UP (UP 2000) prodotta in poliuretano flessibile a freddo non viene più venduta sottovuoto ma già nella sua forma definitiva.








Galleria immagini


Eminas immobiliare trova sempre l'immobile giusto per te.

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page